Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
28 aprile 2010 3 28 /04 /aprile /2010 23:50

In che cosa ci identifichiamo noi?
Nel flusso dei nostri desideri, sentimenti, pensieri, ragionamenti, volizioni... Oppure ci identifichiamo con quella luce inafferrabile che è in noi, sempre identica a se stessa, eterna e luminosa, quella luce al di sopra di tutto, quella luce nella quale sboccia il nostro vero « io »?

In noi c'è un intreccio di luce e di tenebre, di eternità e di temporalità, di morte e di vita. A quale livello di profondità noi viviamo il nostro « io »? Se quando diciamo « io » ci identifichiamo col corpo o col nostro aggregato psico-fisico, come potremo resistere alle tempeste del desiderio e dell'odio?

E' la riflessione mirabilmente espressa dagli autori biblici, i sapienti di Israele. L'uomo , normalmente, è incapace per se stesso di vedere "il fondo del suo cuore".
Sal 63,7 un baratro è l'uomo e il suo cuore un abisso.
Giuditta 8,14 non siete capaci di scorgere il fondo del cuore dell'uomo
né di afferrare i pensieri della sua mente

Solo Dio conosce il cuore dell'uomo :
1Sam 16,7 Il Signore rispose ... «...io non guardo ciò che guarda l'uomo. L'uomo guarda l'apparenza, il Signore guarda il cuore». Gen 8,21 l'istinto del cuore umano è incline al male fin dalla adolescenza

Sappiamo che il nostro cuore è così, ma il problema che ci interessa è un altro: come è possibile cambiare questo cuore?
Solo Dio può rivelare all'uomo il fondo del suo cuore, il suo spirito:

Prov 20,27 Lo spirito dell'uomo è una fiaccola del Signore
che scruta tutti i segreti recessi del cuore.

Lo spirito dell'uomo, la sua anima è una fiaccola divina, cioè una luce in relazione con il divino, alimentata da Dio; se l'anima perde questa relazione l'uomo è nelle tenebre, se invece l'anima si specchia in Dio , se il cuore dell'uomo raggiunge la purezza , l'uomo vede la verità, vedrà in se stesso la luce e la tenebra. E allora invocherà Dio:
Sal 51,12 12 Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito saldo.
13 Non respingermi dalla tua presenza e non privarmi del tuo santo spirito. Dio è la risposta al cambiamento del cuore dell'uomo :
Ez 36,25 Vi aspergerò con acqua pura e sarete purificati; io vi purificherò da tutte le vostre sozzure e da tutti i vostri idoli; 26 vi darò un cuore nuovo, metterò dentro di voi uno spirito nuovo, toglierò da voi il cuore di pietra e vi darò un cuore di carne. 27 Porrò il mio spirito dentro di voi e vi farò vivere secondo i miei statuti e vi farò osservare e mettere in pratica le mie leggi. 28 Abiterete nella terra che io diedi ai vostri padri; voi sarete il mio popolo e io sarò il vostro Dio.
( * )

Il cristiano non è più un uomo di questo mondo,è un uomo nuovo, appartiene ad un altro mondo, ha un cuore nuovo in cui dimora lo Spirito di Dio.
1Co 2,9 Sta scritto infatti: Quelle cose che occhio non vide, né orecchio udì, né mai entrarono in cuore di uomo, queste ha preparato Dio per coloro che lo amano. In Gesù c'è la vita eterna e con Gesù arriva la Vita Eterna per tutti gli uomini che lo chiedono.
Il cristiano è un uomo nuovo che ha in se stesso Gesù-Spirito, che è seme di vita eterna
Giov 6,56 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui. che è promessa di resurrezione nella vita eterna definitiva.
Giov 6,54 Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna
e io lo risusciterò nell'ultimo giorno.Questo dono ricevuto è dato come un seme che è destinato a crescere e svilupparsi per giungere a maturità e dare frutti che rimangano : la vita eterna definitiva.
1P 1,23 essendo stati rigenerati non da un seme corruttibile, ma immortale,
cioè dalla parola di Dio viva ed eterna.Il cristiano è un uomo rigenerato, ri-nato da un seme incorruttibile, immortale
,
lo Spirito di Gesù.

Nel momento in cui i credenti ricevono in se stessi la vita eterna di Gesù diventano simili a Lui: moriranno ,ma la vita eterna in loro li farà risorgere con un corpo, una umanità, eterna. Coloro che entrano nella Nuova Alleanza, nel Regno di Dio, nella Chiesa di Gesù, ricevendo da Lui la vita eterna, nel corpo, nella loro umanità , sono dei diversi, sono uomini nuovi. Sono simili a Gesù.
La vita eterna che hanno in se stessi diventa, come era per Lui, il valore primo : tutto il resto diventa valore relativo.
Ciò che l'uomo riteneva essenziale, di massima importanza  per la cura della propria vita mortale diventa -con l'avvento della vita eterna nell'uomo- di minima importanza.
Con la venuta di Gesù, con la venuta del Regno di Dio, cioè con la Nuova Alleanza la vita eterna che viene donata all'uomo cambia tutta la sua vita , a cominciare dalla cura per essa: da una primaria cura per la vita umana  ,mortale ,si passa
ad una primaria cura per la vita umano-divina, eterna.

( * ) Di fronte a se stesso e di fronte a Dio l'uomo nuovo può trovare la forza dello spirito, la forza del cambiamento del cuore.
Quella forza noi la troviamo soltanto se ci identifichiamo con quella luce che è in noi e che è noi, attraverso la quale ci è possibile vedere la realtà, sia del mondo [sia] ...della parte esteriore di noi stessi, -così come essa è nella sua verità: passeggera, provvisoria, impermanente, illusoria.- [sia della nostra parte interiore ]
Gesù penetra con il suo spirito finche si vede tutto a partire da Lui.

Mt 11,29- imparate da Me che sono mite e // umile di cuore (mente)

Condividi post

Repost 0
cristiani evangelici
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di cristiani evangelici
  • : OTTIMO SITO EVANGELICO
  • Contatti

Link