Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
16 dicembre 2009 3 16 /12 /dicembre /2009 22:05

ASTROLOGIA

Astrologia è un termine che deriva da due parole greche che unite significano "studio degli astri". L’astrologia si basa sulla presupposizione che gli astri, stelle e pianeti, influenzino e addirittura determinino il destino dell’uomo. Secondo gli astrologi gli eventi futuri sono già determinati dalla posizione dei corpi celesti quindi studiando la posizione dei corpi celesti si può conoscere il destino di una persona.

E’ facile vedere la sciocca inconsistenza di affidarsi all’astrologia per conoscere il futuro. Se infatti il futuro di una persona è già determinato dalla posizione dei pianeti e delle stelle è completamente inutile cercare una guida negli astri. A che cosa serve questa guida se già è tutto stabilito? La guida serve qualora si voglia e si possa dare agli eventi un indirizzo piuttosto che un altro ma se tutto ormai è ineluttabilmente stabilito, la guida non serve a niente. Servirà magari a placare l’innata curiosità di conoscere ciò che il futuro riserva. Ma questo non è certo la soluzione migliore ai problemi dell’umanità, né può bastare a soddisfare l’uomo affamato di risposte vere e convincenti.

E’ lecito per un cristiano credere nell’astrologia? No. Gli astrologi hanno una concezione meccanicistica dell’universo. Tutto deve muoversi ed operare in un determinato modo. Secondo i principi dell’astrologia, il sole e la luna non avrebbero potuto fermarsi per Giosuè, né il sole avrebbe potuto retrocedere di dieci gradini per Ezechia. L’astrologia vede l’universo creato e non vede il Dio Creatore che è dietro ad esso e che tutto ha sotto il Suo controllo. Giosia re di Giuda eliminò i segni zodiacali: "Destituì i sacerdoti idolatri che i re di Giuda avevano istituito per offrire profumi negli alti luoghi delle città di Giuda e nei dintorni di Gerusalemme, e quelli pure che offrivano profumi a Baal, al sole, alla luna, ai segni dello zodiaco, e a tutto l'esercito del cielo" (2Re 23:5).

Gli astrologi della corte di Nebucadnetsar, non riuscirono ad interpretare il sogno del re mentre Daniele poté farlo illuminato da Dio: "Daniele rispose al re: «Il segreto che il re domanda, né saggi, né incantatori, né magi, né astrologi possono svelarlo al re; ma c'è un Dio nel cielo che rivela i misteri, ed egli ha fatto conoscere al re Nabucodonosor quello che deve avvenire negli ultimi giorni" (Daniele 2:27,28).

Isaia scherniva gli astrologi di Babilonia i quali non erano capaci di vedere l’imminente distruzione della città: "Si alzino dunque quelli che misurano il cielo, che osservano le stelle, che fanno pronostici a ogni novilunio; ti salvino essi dalle cose che ti piomberanno addosso! Ecco, essi sono come stoppia; il fuoco li consuma; non salveranno la loro vita dalla violenza della fiamma; non ne rimarrà brace a cui scaldarsi, né fuoco davanti al quale sedersi" (Isaia 47:13,14).

Gli astrologi Babilonesi non sapevano prevedere neppure il loro futuro mentre Isaia profetizzava per l’Eterno e guardava in un futuro di quasi quattrocento anni, poteva addirittura chiamare per nome il futuro conquistatore di Babilonia, Ciro: "Io dico di Ciro: "Egli è il mio pastore; egli adempirà tutta la mia volontà, dicendo a Gerusalemme: «Sarai ricostruita!» E al tempio: «Le tue fondamenta saranno gettate!»... «Così parla il Signore al suo unto, a Ciro, che io ho preso per la destra per atterrare davanti a lui le nazioni, per sciogliere le cinture ai fianchi dei re, per aprire davanti a lui le porte, in modo che nessuna gli resti chiusa" (Isaia 44:28; 45:1).

Dio conosce il futuro l’astrologia no!

Condividi post

Repost 0
cristiani evangelici
scrivi un commento

commenti

Presentazione

  • : Blog di cristiani evangelici
  • : OTTIMO SITO EVANGELICO
  • Contatti

Link